giovedì 21 giugno 2012

Piante aromatiche: Basilico

Il basilico è una pianta aromatica che proprio non può mancare alla disponibilità di un vero cuoco. Il suo aroma si mantiene ancor meglio se coltivato nel giardino di casa, o più semplicemente in un grosso vaso sul balcone. Ecco qualche notizia che potrebbe tornarvi utile.


Il basilico è un'erbacea annuale di origine tropicale (si! avete capito bene!). Ne esistono differenti varietà, che si differenziano per forma, grandezza e colore delle foglie. Se volete coltivare questa pianta, ricordate che essa è molto sensibile al gelo e va, quindi, tenuta in casa durante i periodi più freddi. La semina dovrebbe avvenire nella tarda primavera, direttamente in vaso, o in semenzaio a febbraio, trapiantando le piantine non appena emettono la quarta foglia. Con la cura di mantenere il terreno ben drenato (niente sottovaso), provvedete a frequenti innaffiature. Il basilico è una pianta che rende molta soddisfazione, poiché si ammala difficilmente, a patto di tenere lontane eventuali lumache (alle quali il fogliame è molto gradito).


IN CUCINA: In campo gastronomico il basilico ha molteplici usi. Esso viene utilizzato per condire insalate, pesce bianco, pollo, pomodori, uova, nonché per preparare il mitico pesto alla genovese. Oltre che fresche, le foglie possono essere essiccate, congelate, oppure messe sott'olio per ottenere un olio aromatico con cui condire le patate o le focacce. La preparazione dell'OLIO AROMATICO AL BASILICO è molto semplice: basta sciacquare le foglie, lasciarle asciugare e collocarle coperte di olio di oliva in un vasetto a chiusura ermetica per circa un mese.
VIRTU' TERAPEUTICHE: Il basilico, seppure minimamente, combatte la stanchezza, gli stati di ansia e le digestioni difficili. 
CURIOSITA': L'odore del basilico è sgradito alle mosche, ma perché abbia effetto deve essere intenso. L'ideale sarebbe diluire l'olio aromatico sopra descritto in un profumatore per ambienti.

Le modeste erbe dell'orto a più mali dan conforto.

Nessun commento:

Posta un commento