venerdì 17 agosto 2012

Gustodiario di viaggio-giorno3

Polignano a mare. Il piccolo centro storico, raccolto sull'Adriatico, ricorda il set (meraviglioso) di un film. La sensazione non é sbagliata, perché scopro che numerose sono state le pellicole cui il paese ha prestato i suoi spazi. Alle spalle della chiesetta del Purgatorio, appena attraversato l'arco marchesale, incontriamo un'osteria. Il mio debole per i carboidrati, la pasta in particolare, mi indirizza sempre sui primi: tiella barese; tagliolini cozze e fiori di zucca. Una lode particolare alla "TIELLA", che proverò presto a cucinare con: riso, patate, cozze, pomodorini, cipolla (e quanto altro non sono riuscita a carpire). Scopro, poi, che la carne cruda che ho sempre sottovalutato può essere molto piacevole, con un carpaccio di girello di Podolica (una razza bovina tipica del meridione). Prima del caffè, come dolce del posto, scegliamo lo "SPORCAMUSS", pasta sfoglia ripiena di crema pasticcera (e io che mi aspettavo un invadente ripieno di cioccolata). Un saluto alla statua di Modugno, qualche foto al mare dal belvedere, poi si torna in masseria.









Nessun commento:

Posta un commento