domenica 9 settembre 2012

Soli ripieni al salmone

"Settembre, andiamo. E' tempo di migrare."
Settembre é il mese in cui il tempo ricomincia a scorrere veloce, le piogge annunciano la fine dell'estate, le foglie accennano a scolorire. Si percepisce una collettiva nostalgia, la stessa che negli anni ha ispirato molte poesie, canzoni e film.
Settembre, come gennaio, é il mese dei buoni propositi: si torna in palestra, si riprende il lavoro o gli studi con fermezza, si programmano le faccende rimandate per il troppo caldo.
Questa pasta, i "soli di Capri" de La fabbrica della pasta di Gragnano, sono un omaggio all' estate che "se ne andrà insieme al sole".

Ingredienti per 4 persone:

  • 4 "Soli di Capri" O PASTA DA RIPIENO (PENNONI, CONCHIGLIONI, ECC.)
  • 500g SALMONE FRESCO
  • 4 CAROTE
  • 300g POMODORI CILIEGINO
  • 5 CIPOLLOTTI
  • 1/2 BICCHIERE VINO BIANCO
  • PREZZEMOLO
  • OLIO EVO
  • SALE E PEPERONCINO Q.B.
 

Preparate il ripieno: tagliate sottilmente i cipollotti, le carote e abbondante prezzemolo. Lasciate dorare con 4 cucchiai di olio di oliva, mettete metà del soffritto da parte e aggiungete il salmone a tocchetti. Salate a piacere, versate il vino e lasciate evaporare. Trascorsi 15 minuti, quando il salmone avrà preso abbastanza colore, passate tutto al mixer fino ad ottenere un ripieno dalla consistenza omogenea.
Per ottenere il sughetto, utilizzate l'altra metà del soffritto e aggiungetevi i pomodorini tagliati in quattro. Unite un bicchiere di acqua e lasciate asciugare. Aggiungete sale e peperoncino quanto basta.
Dopo aver cotto al dente la pasta, riempite le sue forme con un sac à poche (meglio se impermeabile, il mio era di stoffa e l'olio è colato ovunque!), e servitela sul sugo al pomodoro, con una spolverata di prezzemolo sminuzzato.

ENGLISH VERSION

Nessun commento:

Posta un commento