domenica 18 ottobre 2015

Alici sotto sale

Le alici sotto sale sono una preparazione tipica delle cittadine costiere italiane, ottenuta con alici freschissime e di media grandezza.
Questa conserva può essere tenuta in dispensa fino a due anni, ed utilizzata in numerose ricette: ad esempio sulla bruschetta con aglio e olio, con gli spaghetti o nel ripieno dei peperoni.
Nel procedimento che segue, possono essere impiegate anche sarde o aringhe.
Ingredienti per un vaso di alici sotto sale:
  • 1Kg ALICI fresche e di media grandezza;
  • 1Kg SALE GROSSO.
Pulite le alici: staccate la testa con decisione, in maniera da tirare via con essa le interiora. Fate attenzione a non rovinare la forma del pesce e a non aprirlo in due parti.
Ponete le alici in un contenitore, ricopritele di sale grosso e lasciatele spurgare per un giorno ed una notte.
Trascorso il tempo indicato, spostate le alici nel contenitore di vetro o di coccio che servirà a conservarle per lungo tempo. Intervallate circa 7 strati di sale e di pesce, avendo cura di alternare le teste con le code. Quindi poggiate un piattino sull'ultimo strato, con sopra un peso.
Durante la prima settimana, le alici perderanno liquidi, quindi tenete il vaso sopra un recipiente che permetta di raccogliere la preziosa salamoia (la colatura di alici).
Conservate le alici in luogo fresco e buio, avendo cura di aggiungere il sale grosso ogni 10 giorni.
Dopo circa 2 mesi, il pesce è pronto per essere consumato.
! La colatura di alici deve essere messa a riposare, per lasciare depositare le impurità sul fondo, e poi versata in bottiglie che conserverete al buio fino ad un anno. Utilizzate la colatura per condire la pasta.

Nessun commento:

Posta un commento