Tradizioni: gli ziti spezzati

Gli ziti sono un formato di pasta di grano duro tipicamente campano, infatti prendono il nome dalla tradizione napoletana di prepararli durante i banchetti nuziali, da cui il nome zito/zita, cioè fidanzato/a nel dialetto meridionale.

Gli ziti sembrano dei grossi bucatini, non si consumano interi bensì "spezzati" a mano in quattro o cinque parti, così da essere perfetti per ricevere condimenti corposi e saporiti. Inoltre, durante il taglio della pasta si formano dei pezzettini di scarto, dei frammenti che arricchiscono ogni ricetta rendendola unica.

Tipicamente, con gli ziti si prepara la pasta al ragù genovese, timballi al forno (in questo caso la pasta viene cotta intera), gli ziti alla napoletana oppure con le melanzane, la pasta lardiata.

Commenti

Post più popolari